Prime dieci pagine
Samuele Marabotto

Maurice Jeneviev, 40 anni, di Parigi, è entrato nella banca Crédit Agricole di Rouen e, dopo un’attesa di una ventina di minuti, ha consegnato un biglietto alla cassiera Nicole Martignì, una donna di 45 anni, zitella, che vive con la sorella Pelléas. “Questa è una rapina e sono armato. Consegnatemi tutto il denaro della cassa.”
Quella mattina Maurice Jeneviev era uscito di casa prestissimo, facendo molta attenzione a non svegliare la moglie Cloudette. Si era recato alla stazione degli autobus e aveva preso il diretto Parigi-Rouen delle 6.45. Sul Bus aveva conosciuto Michelle, un allevatore d’api che gli aveva regalato due cucchiai di miele spalmati su una fetta di pane per fare colazione, poi si era addormentato fino a destinazione. Era arrivato in rue Bouchjen alla 7.30 e siccome sapeva che la banca avrebbe aperto soltanto un’ora e mezza più tardi, si era fermato alla moschea di rue Saint Germain, attratto dal profumo d’incenso. All’interno l’imam Mohammed ben Mohammed gli aveva chiesto di togliersi le scarpe e lo aveva accompagnato all’interno per prendere parte alla preghiera salutandolo poi con “Allahu Akbar” (Dio è grande).
Quando è arrivato in banca, ha dovuto aspettare dieci minuti che la guardia giurata Hercule Petit, che si lamentava per il bruciore di stomaco mangiando un panino con la salsiccia come colazione, togliesse tutte le protezioni anti ladro che aveva montato la sera prima, e spalancasse la grande porta di cristallo anti sfondamento.
“Lei è il primo cliente!” gli ha detto Hercule.
“Ha… davvero? Non ci avevo fatto caso” ha risposto Maurice, anche se la cosa era evidente e scontata. Dopo più o meno venti minuti Maurice ha consegnato il suo biglietto a Nicol.
Ripensandoci, Nicole ha dichiarato al gendarme Andre Thomas, un uomo sulla trentina con un leggero tic all’occhio sinistro che non gli permetteva di tenerlo normalmente aperto, che “quell’uomo aveva un modo di reggersi in piedi singolare, come se stesse reggendo il peso di una montagna cinese”.
“A quanto ammontava il bottino?” Ha continuato il gendarme Thomas.
“Intende quanti soldi ho consegnato al rapinatore?”
“Esattamente.”
“821 euro e 30 centesimi.”
Maurice Jeneviev si è poi seduto sulla panchetta di legno. Dopo essersi fatto consegnare il denaro non è scappato, ma ha atteso l’arrivo dei gendarmi.
“Ma si può sapere cosa sta facendo?” Gli ha chiesto Nicol, che, dopo averlo osservato per un paio di minuti, aveva abbandonato la cassa per raggiungerlo.
“Ho appena schiacciato il pulsante anti rapina, quello che avvisa direttamente la polizia. Saranno qui fra cinque o sei minuti. Vuole scappare sì o no?”
Per Nicole era inaccettabile. Quell’uomo non seguiva le regole, il buon senso, il copione visto in tanti film. Insomma, lo sanno tutto che dopo una rapina si scappa.
Maurice Jeneviev ha guardato Nicole e le ha spiegato.
“Non sopporto più mia moglie e non ce la faccio più. Preferisco finire in prigione piuttosto che tornare a casa.”
“Ecco spiegata la montagna cinese.” Ha pensato il gendarme Thomas.
Maurice Jeneviev è stato condannato a un anno e sei mesi di reclusione. Durante questo periodo la moglie Cloudette lo ha lasciato. All’uscita dalla prigione, ad attenderlo, c’era Nicole Martignì, che per l’occasione si era comprata un cappellino Cignon. Si sono sposati tre mesi dopo.

 

Brevissimi racconti che prendono spunto da notizie autentiche di fatti accaduti da qualche parte nel mondo. Nella maggior parte dei casi si tratta di avvenimenti assurdi o perlomeno singolari. Racconto la notizia inserendo elementi immaginari sul prima, il durante e il dopo. A voi, se vi diverte, separare l’invenzione dalla realtà con un commento.

 

Leave a reply

Rubrica rampante

Tre sorelle inseparabili: Fiducia, Pace e Verità

21 Febbraio 2021

Scarabocchi di scuola

Una mattina, al mare

21 Gennaio 2021

Rubrica rampante

Difendiamo il Creato….

31 Dicembre 2020

NOTE dalla provincia

GIARDINI: VITA, BELLEZZA, MEMORIA.

19 Settembre 2020

Rubrica rampante

Cos’è la felicità?

22 Agosto 2020

Rubrica rampante

Le dita e la memoria

14 Giugno 2020