Prime dieci pagine
Desy Icardi

A Natale essere scrittori, anche soltanto scribacchini alle primissime pubblicazioni, è una cosa fantastica!

Perché a Natale venderete molti libri?

Sì, può essere, ma fossi in voi non lo darei per scontato.

La cosa davvero meravigliosa è che saprete sempre cosa regalare a chicchessia, ovvero il vostro libro!

Che fortuna essere scrittori a Natale!

Basta ansiogeni giri per negozi affollati,  basta spremersi le meningi e, soprattutto, basta spendere un mucchio di quattrini.

In genere gli editori danno un po’ di copie omaggio ai loro  autori  – va be’, quelle copie dovrebbero servire per la promozione, ma non stiamo a guardare il pelo nell’uovo – e una volta finite le copie omaggio, si ha comunque diritto a un bello sconto sul prezzo di copertina.

Insomma, regalando il proprio libro si risparmiano tempo  e denaro, inoltre tante persone avranno – oh gente fortunata! – la possibilità di leggervi!

Cosa volere di più dalla vita?

Un’agendina!

Sì, vi consiglio un’agendina sulla quale segnare quale libro avete regalato, a chi, e in quale occasione.

Potrebbe capitarvi come a un mio amico (…sì, ok, l’amico in realtà sono io, ma fate finta di niente e reggetemi il gioco), che si presentò a casa di un parente con una copia del suo romanzo. Quando il parente aprì l’involto, storse le labbra e latrò uno stentato “grazie”.

Mi guardai intorno imbarazzata e notai… cioè, il mio amico notò, che nella libreria del parente c’erano già due copie del mio… volevo dire del suo, romanzo.

Insomma, avere una casa piena di libri è il sogno di ogni lettore, ma non quando i libri hanno tutti il medesimo titolo.

le profumiere Desy Icardi

Ps. se per Natale voleste regalare un libro non vostro, o –  perché no? – leggerlo,  mi permetto di suggerirvi il mio saggio comico Le Profumiere, edito da Imprimatur Editore, con illustrazioni di Darinka Mignatta.

Le  Profumiere non sono commesse di profumeria o estimatrici di essenze, bensì quelle donne che prima la promettono, poi non la  danno… neanche a Natale!

Leave a reply

MEMORIE di una vecchietta perbene

Insyriated: no alla guerra

17 aprile 2018

Rubrica rampante

Me lo compri?

13 aprile 2018

MEMORIE di una vecchietta perbene

L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio

2 aprile 2018

Scarabocchi di scuola

“Gli ultimi studenti” di Gabriella Racanati

Chi si autopubblica diventa cieco?

Confessioni di una scrittrice comica 3: l’idolo letterario

30 marzo 2018

MEMORIE di una vecchietta perbene

La forma dell’acqua

14 marzo 2018