Prime dieci pagine
Redazione

Solo,
seduto sulla sponda sassosa
dello stagno
sento il silenzio e
seguo con lo sguardo lo specchio sereno.
Scaglio un sasso, che scivola saltando sulla superficie.
Schizza, s’impenna,
s’innalza salta e sale,
poi scende,
schizza, scivola, s’impenna
sorvola la superficie,
ma poi sempre scende.
Scivola, salta, scende.
Scende, scende e scompare sott’acqua.
Sospiro e scaglio un secondo sasso.

Leave a reply

Tra Colonne di Libri

Vicende di uno struzzo speciale

17 Aprile 2019

MEMORIE di una vecchietta perbene

Quella metà di noi

9 Aprile 2019

NOTE dalla provincia

PATRIA di Fernando Aramburu

28 Marzo 2019

Tra Colonne di Libri

CHI VUOL FIABE, CHI VUOLE?

18 Marzo 2019

Rubrica rampante

Lavorare sodo porta frutto

14 Marzo 2019

MEMORIE di una vecchietta perbene

Il corriere – The mule

11 Marzo 2019