Prime dieci pagine
Silvia De Angelis

10-14 maggio 2018: Lingotto Fiere – 31° Salone Internazionale del Libro:

‘Un giorno, tutto questo…’

Ehilà!

Gente navigata,

rieccomi qua, con la quarta e ultima puntata della serie di articoli sul Salone Internazionale del Libro di Torino. Quest’anno il primo padiglione del Lingotto è stato inondato da un’allegra marea di vivaci fans del Lucca Comics&Games, che è stato ospitato nella fiera occupando parecchio spazio, fra stand di editori sia di giochi di ruolo che di libri, distese di tavoli da gioco, curiosità a tema, conferenze, presentazioni e molto altro.

La variopinta brigata ha ravvivato un po’ l’atmosfera del Salone, che era pregna della serietà dovuta ai cinque quesiti di rito posti ai frequentatori abituali di questa rassegna carica di storie.

Dal povero marziano preso di mira nella rivisitazione del famoso fumetto ‘Un marziano a Roma’  di Flaiano, cioè un’opera collettiva intitolata ‘De core – il marziano è vivo e lotta insieme a noi’, ediz. Il Galeone che, capitando in tempi moderni a Roma, viene perseguitato anziché accolto; al fascino tutto speciale dei romanzi di Star Wars, fra gli altri famosi fantasy dell’editore Multiplayer, passando per i nuovi editi, come Daniela Ruggero con il suo ‘Nectunia’ scoperta dalla DZ edizioni, sono molteplici le sorprese che riserva l’affascinante mondo Comics e fantasy.

‘Nectunia’ è un romanzo distopico, che narra di come, in un futuro in cui regna una inquietante armonia priva di malattie, violenza e crimini, un gruppo di ribelli chiamato appunto Nectunia, combatte la sua guerra silenziosa, poiché consapevole che tanta eccellenza cela un’amara verità. Quale prezzo paga in segreto l’umanità al Nuovo Ordine? Nulla di buono. Una decina di uomini gestiti da una Grande Madre pensano di poter pilotare scelte, pensieri, passioni, ma non è destino che le dittature durino, ci saranno sempre dei coraggiosi ribelli a lottare per il bene e la luce, nel tentativo di riportare l’equilibrio nella galassia. Perché dove sta male qualcuno nessuno può vivere davvero sereno, siamo tutti collegati.

Molti ritengono queste letture da principianti, invece stiamo parlando di un esercito di professionisti, che raccontano la nostra società e il loro mondo attraverso storie interessanti e ben costruite. Un universo illustrato che si sta rivelando la scommessa del futuro, anche in Italia, dove negli ultimi anni questo settore dell’editoria ha fatto notare un picco positivo che si è aperto la strada fino alle fiere nazionali e internazionali di tutto il territorio.

Un po’ di sana allegria è ben gradita in un momento storico movimentato come questo.

L’invasione del Comics ha portato alla creazione del quarto, splendido, padiglione, che non vedeva posto nel Salone dal 2011, anno in cui una vasta mostra sull’Unità d’Italia aveva occupato una parte dello spazio costruito dietro il pad. tre. Il Telun candido di quest’anno però, era decisamente più affascinante, poiché era privo di lugubre cemento: un grosso tendone bianco ospitava l’ormai collaudato Caffé Lettterario e una serie di interessanti stand di editori e artigiani che vendevano gadget a tema o letture legate alla gara fantastica che si teneva tre padiglioni più in là.

Così termina l’ultima puntata sull’Universo che si fa libro al Salone di Lingotto Fiere, quindi, per oggi è tutto gente navigata, è la jedi Silvia che vi scrive.

Nell’augurarvi un sereno periodo estivo, vi do appuntamento a tempi meno focosi e vi aspetto per una nuova avventura letteraria.

J.S.

Leave a reply