Prime dieci pagine
Desy Icardi

Opera come formatrice aziendale, scrittrice e copywriter. Dal 2006 calca i palchi di cabaret con lo pseudonimo “la Desy”; è autrice di testi teatrali in prevalenza comici, e ha firmato alcune regie (www.desyicardi.it). Nel 2013 ha assunto la co-direzione di “Facciamo la Lingua”, scuola di scrittura e comunicazione diretta da Massimo Tallone. È ideatrice di Patataridens (www.patataridens.wordpress.com), il primo blog italiano dedicato alla comicità al femminile. Con Golem Edizioni ha pubblicato i romanzi Tacchi e taccheggi (2014) e Dove Scappi? (2016).

Confessioni di una scrittrice comica 3: l’idolo letterario

Quando qualcuno inizia a muovere i primi passi nel mondo della scrittura, sa benissimo di non correre l’imminente rischio di diventare ricco sfondato, tuttavia una piccola parte del suo cervellino scribacchino, magari un gracile e solitario neurone, non può fare a meno di pensare che “qualcuno, ogni tanto, ce la fa”. Non uno su mille… Leggi

Confessioni di una scrittrice comica 2: superare il blocco dello scrittore

Mai sentito parlare di blocco dello scrittore? Per farla semplice si tratta di un periodo oscuro, di lunghezza variabile, nel quale lo scrittore non riesce a imbroccarne una: fissa attonito il foglio bianco, scrive una frase e cancella un paragrafo ma, soprattutto, cazzeggia come se non ci fosse un domani (o meglio, cazzeggia impipandosi del… Leggi

Confessioni di una scrittrice comica

Cari aspiranti scrittrici e scrittori, quando pubblicherete il vostro primo libro vi sembrerà di toccare il cielo con un dito, col tempo potreste però rendervi conto che non si trattava del firmamento, bensì di un fondalino da presepe. Perché dico questo? Vi rivelo un segreto: che voi siate scrittori o meno, non fregherà niente a… Leggi

Che fortuna essere scrittori a Natale!

A Natale essere scrittori, anche soltanto scribacchini alle primissime pubblicazioni, è una cosa fantastica! Perché a Natale venderete molti libri? Sì, può essere, ma fossi in voi non lo darei per scontato. La cosa davvero meravigliosa è che saprete sempre cosa regalare a chicchessia, ovvero il vostro libro! Che fortuna essere scrittori a Natale! Basta… Leggi

Buchmesse: l’editoria italiana cresce, ma i lettori calano

Il mese scorso, a Francoforte, è terminata Buchmesse, la più grande e antica fiera libraria del mondo. Quest’anno hanno preso parte all’evento più di 7.000 editori e un numero pressoché incalcolabile di agenti letterari, traduttori e scrittori. La kermesse è durata cinque giorni, ma soltanto gli ultimi due sono stati riservati ai veri protagonisti del… Leggi

Frutti maturati nel silenzio

Prima delle vacanze mi ero congedata da questa rubrica a causa dei molti impegni di scrittura, oggi posso tornare a testa alta – ma a spalle ricurve a causa delle lunghe permanenze davanti al PC – per condividere i frutti maturati nel silenzio. Innanzitutto ho concluso la seconda stesura del mio prossimo romanzo, una vicenda… Leggi

Come ti corteggio l’editore – esempi pratici

Vi è mai capitato di essere stati approcciati su di un social da qualche maldestro/a  corteggiatore/corteggiatrice le cui avances vi hanno fatto cadere le braccia, per non citare l’altro più volgare attributo anatomico che non compete alle creature di sesso femminile? Tempo addietro uno sconosciuto mi ha inviato un messaggio su facebook nel quale elogiava… Leggi

Scrittori affilate le penne: l’unione fa la forza!

Tutti gli aspiranti scrittori, prima o poi, vengono adescati da un editore a pagamento. Generalmente i contattati sono poco inclini a sborsare la cifra richiesta per la pubblicazione del loro lavoro, ma l’editore a pagamento scomoderà paroloni allettanti come promozione, visibilità, conferenza stampa e, soprattutto, investimento. Uno dei cavalli di battaglia dell’editore a pagamento è… Leggi

Lo scrittore risponde (ma talvolta ti blocca)

Oggi vi voglio raccontare una conversazione tipica, tra un tipico sconosciuto e un tipico scrittore (anche lui alquanto sconosciuto). Lo scambio di vedute ha luogo su di un social network e trae ispirazione dall’esperienza reale (la mia, tanto per intenderci). Sconosciuto: ciao, non ci conosciamo, ma volevo farti i complimenti per il libro. Scrittore: grazie, quale… Leggi

Lo scrittore “porta a porta”

Caro scrittore porta a porta, tu che mi followi su twitter o mi agganci su facebook; tu che mi scrivi messaggi privati nei quali mendichi un like o un commento al tal post; tu che se non eseguo l’ordine immediatamente mi tampini con altri messaggi, pieni di faccini sorridenti; tu che quando finalmente ho trovato… Leggi

MEMORIE di una vecchietta perbene

Insyriated: no alla guerra

17 aprile 2018

Rubrica rampante

Me lo compri?

13 aprile 2018

MEMORIE di una vecchietta perbene

L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio

2 aprile 2018

Scarabocchi di scuola

“Gli ultimi studenti” di Gabriella Racanati

Chi si autopubblica diventa cieco?

Confessioni di una scrittrice comica 3: l’idolo letterario

30 marzo 2018

MEMORIE di una vecchietta perbene

La forma dell’acqua

14 marzo 2018