Prime dieci pagine
Chi si autopubblica diventa cieco? Desy Icardi

Scrivere, correggere e tentare di pubblicare un libro può essere un’esperienza tanto bella quanto devastante. Scrivo da molti anni; prima per il teatro, poi per il cabaret, sino ad arrivare agli spot pubblicitari. Qualcosa però viveva e fremeva nel buio dei miei cassetti: i manoscritti dei miei romanzi. Riuscire a portare un romanzo dal cassetto alle librerie però non è affatto facile e, mentre ci provavo, ho raccolto una serie di aneddoti gustosi, divertenti e amari, che ho deciso di raccontare prima su questa rubrica, e poi sul palcoscenico.

Opera come formatrice aziendale, scrittrice e copywriter. Dal 2006 calca i palchi di cabaret con lo pseudonimo “la Desy”; è autrice di testi teatrali in prevalenza comici, e ha firmato alcune regie (www.desyicardi.it). Nel 2013 ha assunto la co-direzione di “Facciamo la Lingua”, scuola di scrittura e comunicazione diretta da Massimo Tallone. È ideatrice di Patataridens (www.patataridens.wordpress.com), il primo blog italiano dedicato alla comicità al femminile. Con Golem Edizioni ha pubblicato i romanzi Tacchi e taccheggi (2014) e Dove Scappi? (2016).
Desy Icardi

Come ti corteggio l’editore – esempi pratici

Vi è mai capitato di essere stati approcciati su di un social da qualche maldestro/a  corteggiatore/corteggiatrice le cui avances vi hanno fatto cadere le braccia, per non citare l’altro più volgare attributo anatomico che non compete alle creature di sesso femminile? Tempo addietro uno sconosciuto mi ha inviato un messaggio su facebook nel quale elogiava… Leggi

Scrittori affilate le penne: l’unione fa la forza!

Tutti gli aspiranti scrittori, prima o poi, vengono adescati da un editore a pagamento. Generalmente i contattati sono poco inclini a sborsare la cifra richiesta per la pubblicazione del loro lavoro, ma l’editore a pagamento scomoderà paroloni allettanti come promozione, visibilità, conferenza stampa e, soprattutto, investimento. Uno dei cavalli di battaglia dell’editore a pagamento è… Leggi

Lo scrittore risponde (ma talvolta ti blocca)

Oggi vi voglio raccontare una conversazione tipica, tra un tipico sconosciuto e un tipico scrittore (anche lui alquanto sconosciuto). Lo scambio di vedute ha luogo su di un social network e trae ispirazione dall’esperienza reale (la mia, tanto per intenderci). Sconosciuto: ciao, non ci conosciamo, ma volevo farti i complimenti per il libro. Scrittore: grazie, quale… Leggi

Lo scrittore “porta a porta”

Caro scrittore porta a porta, tu che mi followi su twitter o mi agganci su facebook; tu che mi scrivi messaggi privati nei quali mendichi un like o un commento al tal post; tu che se non eseguo l’ordine immediatamente mi tampini con altri messaggi, pieni di faccini sorridenti; tu che quando finalmente ho trovato… Leggi

Scrivi un libro con me?

Quando avrete pubblicato uno o due libri, inizierete a essere importunati da alcuni soggetti di vostra conoscenza, convinti di avere tra le meningi un’idea geniale, grazie alla quale potreste finalmente fare il botto; quello stesso botto che speravate di fare con le vostre storie, e che invece si è rivelato un misero petardo. Conoscente: come… Leggi

San Valentino con uno scribacchino

Gli scrittori e aspiranti tali sono tra le persone più complicate da amare. Non voglio propinarvi balle su quanto possa essere difficile convivere con individui sensibili e introversi come gli scrittori; anche perché non sono sempre sensibili e introversi,  capita anzi che talvolta siano dei gigioni egocentrici e chiassosi. Insomma, un po’ come cani appartenenti… Leggi

“Caro scrittore in erba…” di Gianluca Mercadante

Oggi vi voglio consigliare un libro davvero piacevole, che parla di scrittura e scrittori in maniera comica ma molto veritiera. “Caro scrittore in erba…”  di Gianluca Mercadante, edito da Las Vegas edizioni, racconta la vita e le piccole e grandi peripezie di uno scrittore “qualunque”. Con il termine “qualunque” non intendo essere spregiativa, ma sottolineare che questo… Leggi

La rabbia natalizia dell’aspirante scrittore

A Natale son tutti più buoni, recita l’adagio popolare, ma non è facile esser buoni quando le palle (ovviamente quelle di Natale) girano vorticosamente. Un effetto collaterale dell’ineditudine cronica, ovvero il morbo che colpisce gli scrittori inediti quando non riescono a pubblicare il loro manoscritto, è quello di diventare malmostosi, permalosi, noiosi e talvolta persino… Leggi

Dove promuovere un libro? Scegli la libreria “perfetta”

Il mantra che ogni scrittore esordiente si sente ripetere dall’editore, dai colleghi scrittori, dagli amici e persino dal suo droghiere è: promuovi il tuo libro! Fai cose, vedi gente, organizza presentazioni sia nelle librerie che in luoghi non convenzionali! Ormai i libri vengono presentati ovunque, e trovare un luogo veramente “non convenzionale” significherebbe presentare il… Leggi

Lo scrittore e la mozzarella

Che cosa hanno in comune uno scrittore e una mozzarella? E uno scrittore e uno yogurt? Vi do un aiutino: lo yogurt di latte scremato si chiama yogurt magro, ma quello di latte intero non si chiama yogurt grasso, altrimenti nessuno lo comprerebbe. Per lo yogurt di latte intero si scelgono nomi più rassicuranti, tipo… Leggi

NOTE dalla provincia

Andar per giardini………

11 luglio 2017

Scarabocchi di scuola

Ciao scuola di Iuna Marini

Rubrica rampante

Questa pazza estate!

4 luglio 2017

Chi si autopubblica diventa cieco?

Come ti corteggio l’editore – esempi pratici

3 luglio 2017

NOTE dalla provincia

TI PRENDO IN PAROLA di Roberta Secchi

18 giugno 2017

MEMORIE di una vecchietta perbene

Confessioni audaci di un ballerino di liscio